Vigneti in Provenza

un vigneto in provenza impegnato nel suo terroir

UNA TERRA BENEDETTA

Ben nota per i suoi vini rosati, la Provenza è molto meno conosciuta per la diversità dei suoi terroir. Solo per la denominazione Côtes de Provence, esistono non meno di sei zone principali che si distinguono da est a ovest. 

Tra questi, il terroir dello Château de Berne si trova nella regione dell'Haut-Pays, composta da colline e valli calcaree. È la Provenza dell'interno, sconosciuta e segreta, che offre vini rossi strutturati e delicati vini bianchi e rosati.

UNA DIVERSITÀ GEOLOGICA UNICA

Due entità distinte in termini di geologia e altitudine caratterizzano questo terroir. Il cuore del nostro vigneto in Provenza (80 % delle viti) si trova su un altopiano calcareo a 300 metri di altitudine. Questa elevazione porta notti più fresche: l'ampiezza termica consente una maturazione più lenta delle uve, che offre maggiore freschezza e finezza aromatica ai vini. 

Su questo altopiano, il calcare domina e fornisce un buon drenaggio delle precipitazioni, consentendo alle viti di attingere acqua dalle profondità del suolo e di conferire alle uve la loro famosa "mineralità". All'assaggio si esprime con una grande sottigliezza, salinità e tensione. 

I restanti 20% del vigneto si trovano intorno allo château, su terreni leggeri e sabbiosi, che conferiscono ricchezza ai vini. 

Questa diversità geologica, unita a quella dei vitigni, offre una varietà di scelte essenziali per l'elaborazione dei diversi blend della tenuta.

Un vigneto biologico in Provenza

Dal febbraio 2021, i 175 ettari della tenuta sono certificati biologici. Questo approccio fa parte della volontà dello Château de Berne di proteggere una natura particolarmente generosa, ma anche le persone che vi lavorano. 

Lo Château de Berne è inoltre certificato da diversi anni di livello 3 di Alto Valore Ambientale (HVE), rispondendo così alle esigenze espresse durante la Grenelle de l'Environnement sugli aspetti economici, ambientali e sociali di un'azienda agricola. 

Anche i vini sono modellati in questo modo rispettoso della natura e dell'uomo per esprimere al meglio questo specifico terroir.

Alexis Cornu, enologo

"Tra i vini eccessivamente alcolici degli anni '90 e la dittatura del fruttato di oggi, crediamo che ci sia un percorso di eleganza per fare un rosé gastronomico. Il legno non deve appesantire il vino, ma conferirgli più volume e complessità aromatica. Dovrebbe anche fornire al vino le condizioni giuste per invecchiare meglio.

Un enologo visionario

Tra le recenti innovazioni della tenuta, ha partecipato attivamente allo sviluppo del nuovo Château de Berne rosé. Una piccola parte dell'assemblaggio è stata fatta fermentare in botti di legno selezionate e invecchiata per diversi mesi. Un nuovo metodo di vinificazione che ha richiesto alcune modifiche a monte, in particolare nella scelta delle parcelle selezionate per comporre l'assemblaggio, e un tempo di macerazione (contatto del succo con la buccia dell'uva) più lungo. Si tratta di una scelta decisa per realizzare un rosé provenzale di alta gamma e gourmet, pensato per l'invecchiamento.

 
I vini
Côtes de Provence rosé, rosso e bianco
La cantina di degustazione
Un luogo di condivisione

Offerte speciali

Nessun risultato